La Piazza Grande · Giaccardo Massimo · 06 Dicembre 2023

L’ANTICA CHIESA DEL SALICE RESTITUITA AI FOSSANESI

Restaurata grazie a Fondazione CRF, Regione Piemonte, Consulta Beni Artistici e Comune di Fossano

Dopo circa 60 anni di semi abbandono, da venerdì scorso l’antica chiesa di S. Maria del Salice, risalente al XIII secolo è stata restituta ai Fossanesi dopo 4 anni di intensi restauri, iniziati nell’agosto 2019 e terminati poche settimane fa. Quest’intervento ha comportato un investimento complessivo di oltre 1 milione e 300mila euro messi insieme grazie ai contributi della Regione Piemonte (500mila euro), della Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano (469 mila euro), della Consulta per la Valorizzazione dei beni Artistici e Culturali di Fossano (200 mila euro) e del Comune di Fossano (215mila euro) che è proprietario dell’edificio. Inoltre, negli anni precedenti la Fondazione CRF aveva già provveduto al restauro del campanile e all’installazione del tetto trasparente per scongiurare altri crolli dopo quello del 1974.
Il progetto di restauro era stato progettato, finanziato ed appaltato dall’amministrazione Sordella che già nel 2015/16 strinse un accordo con la Regione Piemonte e poi coinvolse la Fondazione CRF e la Consulta Beni Artistici per reperire le altre risorse necessarie. Durante l’inaugurazione il sindaco Tallone ha ripercorso le varie tappe della ristrutturazione prima con la fase progettuale dal 2016 al 2019, seguita dalla Giunta di Davide Sordella, e poi con quella esecutiva grazie ai lavori eseguiti negli ultimi 4 anni dalla ditta Fantino di Cuneo e seguiti dagli architetti Silvio Pagliero e Roberto Patrese.

ARTICOLO COMPLETO SU “LA PIAZZA GRANDE”