Il Nuovo Braidese · Gullino Silvia · 25 Febbraio 2024

BEAUTIFUL THORNE

Identikit della star americana che con il suo fascino ha trafitto milioni di cuori

Quante di voi possono dichiarare senza dubbio di aver avuto un’adolescenza segnata da Ridge-Ronn Moss e Thorne-Clayton Norcross? Chi frequentava le superiori all’inizio degli anni ‘90 difficilmente si è persa un fenomeno televisivo del calibro di Beautiful, poche trasmissioni hanno infatti riscosso un tale successo.

Merito dei mille intrighi, degli innumerevoli incro- ci di amori, matrimoni e divorzi. Di una location patinata, da sogno, ma non esente dai drammi più comuni: tradimenti e slealtà di vario tipo. Gra- zie alle quali chiunque può (ahimè) immedesi- marsi.

In Italia era il 1990 e Beau- tiful era il programma del dopo pranzo più seguito e anche uno dei più visti in assoluto della giornata. La storia della famiglia Forre- ster, ricconi proprietari di una casa di moda a Los Angeles, appassiona da decenni e non sembra aver ancora stufato. Per- ché le saghe familiari eser- citano da sempre un gran- de appeal. Ancor più se condite da elementi fanta- siosi al limite dell’invero- simile, in grado di alimen- tare sogni e speranze.

Il pubblico di Canale 5 ri- corderà però il fascino dei protagonisti, Ronn Moss e Clayton Norcross, Ridge e Thorne, il bruno e il bion- do di casa Forrester, due facce così americane pie- ne di testosterone che noi italiane perdevamo i sen- si ad ogni primo piano. Alla domanda com’erano ai tempi della soap, proba- bilmente si può solo ri- spondere: uno schianto! La mascella, però, vi cadrà vedendoli fuori dal set e dal vivo. Chi scrive li ha in- contrati entrambi e il pri- mo in ordine di tempo è stato Clayton Norcross. Da quando ha lasciato la soap sono passati 35 anni. È forse invecchiato, in tut- to questo tempo? Nient’af- fatto. La star hollywoodia- na è cresciuta, sì, ma non si è sciupata. La sua carta d’identità dice che l’8 set- tembre saranno 70 prima- vere, ma ha conservato il fascino che ha trafitto mi- lioni di cuori di fans.

ARTICOLO COMPLETO SU “IL NUOVO BRAIDESE”