La Piazza Grande · Redazione · 08 Marzo 2022

GHISOLFI: LA GUERRA CRUDA DELLE FAMIGLIE E DELLE IMPRESE CONTRO I «GASPITALISTI»

Ghisolfi all’arena di Giletti: l’abc della finanza e dell’energia per vincere la guerra delle bollette

Se per uscire dalla tragedia della guerra il ruolo di pressione economica e diplomatica dell’Occidente e dell’Europa rimane essenziale, c’è un’altra guerra, quella delle bollette del gas e della luce, che possiamo vincere fin da ora attraverso l’ABC della finanza e dell’energia. Anzi, attraverso l’Abbecedario di queste due grandezze che, come ha ribadito e riaffermato il Banchiere internazionale e scrittore Beppe Ghisolfi domenica sera sul- la 7 all’Arena di Massimo Giletti, formano oramai un unico fenomeno economico.

Intervenendo in collegamento dalla propria abitazione in Cervere nella provincia di Cuneo - «a 200 chilometri dalla Francia sono attive le centrali nucleari», ha tenuto a puntualizzare - il Professor Ghisolfi è intervenuto nel dibattito in studio, presenti Maurizio Gasparri per il centrodestra e Paolo Cento per il centrosinistra, per concentrare l’attenzione sulle conseguenze di impatto del conflitto russo ucraino nei confronti delle nostre economie produttive, quindi dell’impresa e del lavoro. In parallelo, ha inteso rassicurare, in maniera massimamente obiettiva, che l’esposizione delle Banche italiane in Russia equivale a 25 miliardi (a fronte di un attivo totale di settore che supera abbondantemente i 3000 miliardi); mentre l’emergenza autentica in ambito economico riguarda e riguarderà le aziende del nostro Paese, sia quelle esportatrici sia quelle che hanno investito direttamente a Mosca, per gli effetti delle sanzioni internazionali doverosamente applicate dall’Occidente per isolare il mercato interno russo dal punto di vista industriale, finanziario e valutario.

ARTICOLO COMPLETO SU "IL GIORNALE DEL PIEMONTE E DELLA LIGURIA"